Calzature Pelletteria e Concia

Immagine settore calzature

Il settore calzaturiero, settore di punta del nostro sistema industriale, conta oltre 75.680 addetti e circa 4.500 imprese attive.
Da un punto di vista del prodotto, la calzatura svolge non solo una funzione d’uso primaria ma costituisce un “Prodotto Moda”, con valenza di comunicazione sociale e status symbol.
Da un punto di vista del settore, si tratta di un comparto fortemente internazionalizzato, con un’incidenza notevole di import e numerose delocalizzazioni (dall’Italia soprattutto in Romania, Tunisia e Bulgaria per quasi il 20% della produzione italiana) e outsourcing all’estero.
Da un punto di vista della distribuzione, parallelamente alla crisi dei punti vendita tradizionali, all’avanzata dei negozi total look, quali selected shop e grandi superfici, si assiste alla crescita del canale on-line, non solo come strumento di vendita (per raggiungere anche nuovi mercati e clientela), ma anche come canale di comunicazione che integra l’off-line, nonché come piattaforma di iterazione e analisi della clientela (finale e intermedia), tramite siti web e piattaforme social.
La presenza delle aziende del settore è costante sul territorio italiano, dagli storici distretti calzaturieri in Toscana, Veneto (con flussi verso l’estero dell’80-90%) ed Emilia per la fascia alta di gamma, Marche, in assoluto il distretto numericamente più ampio, Lombardia, Campania e Puglia.

Il settore pelletteria conta 32.800 addetti e circa 4.550 imprese attive.
Da un punto di vista del prodotto si individuano tre segmenti principali: pelletteria con borse e cartelle; piccola pelletteria, valigeria e articoli da viaggio.
Da un punto di vista del settore, la pelletteria ha risentito in misura minore della calzatura del calo dei consumi interni ed è indubbiamente supportata anche dal cd. shopping turistico che viene effettuato in Italia. Anche in questo caso, come per la calzatura, sono forti le importazioni (da Cina, Tunisia, India, Vietnam, Slovenia) e il fenomeno della riesportazione dopo processi di “rifinitura”. Si stanno, inoltre, incentivando fenomeni di apertura di stabilimenti di produzione-accordi di licenza nei Paesi in cui si sta supportando la vendita (Asia).
L’export incide per circa 80% sul fatturato del settore, fortemente orientato all’estero. L’outsourcing all’estero incide per il 20% come nelle calzature.
Su oltre 4000 aziende attive sono oltre 3000 le ditte individuali o di persone: la dimensione media delle aziende è abbastanza limitata.
Da un punto di vista della distribuzione, emerge sempre più il potere dei negozi monomarca (attualmente il 40% della distribuzione in Italia), gli stessi sono situati abitualmente nelle vie dello shopping, presso aeroporti-stazioni e godono di grande visibilità e immagine, elementi che hanno fatto emergere il cd. Travel retail.
I principali distretti di pelletteria sono localizzati in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Campania

L'industria conciaria italiana impiega circa 17.750 addetti in circa 1.210 aziende attive.
Le aziende del settore sono soprattutto PMI, sviluppatesi principalmente all'interno di distretti specializzati per tipologia di lavorazione e destinazione merceologica (con localizzazione nell’ordine in Veneto, primo polo italiano per quantitativi di pellame lavorato, Toscana, il distretto con il maggior numero di aziende, Campania), regioni queste da cui proviene il 90% dei pellami lavorati, cui si aggiunge la Lombardia.
La destinazione dei pellami è costituita per il 39,9% da pellami per calzature, 26,2% pelletteria, 14,5% arredamento, 12,6% carrozzeria-automotive, 4,6% abbigliamento, 2,2% altro.
Da un punto di vista del settore, le principali aree di delocalizzazione europee sono in Romania, Tunisia, Albania, Serbia, Bulgaria.
Il tema cardine dell’industria della concia è quello della adozione di un processo produttivo “sostenibile”, ossia il rispetto di ambiente, salute, etica, elementi oggi estremamente discriminanti per un percorso di eccellenza sui mercati mondiali.

Da sempre a fianco delle imprese nel loro percorso di internazionalizzazione, ICE-Agenzia, forte altresì di una capillare rete di Uffici all’estero, opera in costante sinergia con i principali stakeholder per individuare insieme nuove tendenze e adeguare la propria offerta promozionale, coniugando così la necessità di rispondere a nuove esigenze con quella di garantire un presidio costante nei mercati di tradizionale interesse.
Accanto agli eventi che storicamente caratterizzano la proposta promozionale di ICE-Agenzia, sono state lanciate nuove iniziative che si sono concretizzate in un supporto significativo al processo di digitalizzazione delle imprese italiane, sensibilizzando le aziende alla necessità di un sempre più indispensabile adeguamento in tal senso.
Importanti accordi sono stati conclusi, e altri sono al momento in via di definizione, con i principali attori a livello mondiale dell’e-commerce e della GDO.
L’obiettivo è quello di offrire alle aziende italiane la concreta possibilità di affermarsi sui mercati esteri, promuovendo il Made in Italy e lo stile italiano attraverso l’utilizzo dei canali attualmente più innovativi e promettenti.

Tra le iniziative promosse nel 2020 per il settore calzature, pelletteria e concia, segnaliamo:

  • Mostra autonoma Moda Italia (sez. pelletteria) – Tokyo a cadenza semestrale (febbraio e luglio)
  • Mostra autonoma Shoes from Italy Tokyo a cadenza semestrale (febbraio e luglio)
  • Azioni di potenziamento alla Fiera Expo Riva Schuh (edizione di gennaio)
  • Azioni di potenziamento alla Fiera MICAM (ed. febbraio e settembre)
  • Azioni di potenziamento alla Fiera MIPEL (ed. febbraio e settembre)
  • Azioni di potenziamento alla Fiera LINEAPELLE (ed. febbraio e ottobre)
  • Azioni di supporto alla Fiera OBUV MIR KOZHI (ed. marzo e ottobre)
  • Lancio del Progetto ICE-Amazon progetto ICE-Amazon, dedicato ai canali digitali della distribuzione e-commerce per la promozione della vetrina Made in Italy di Amazon in Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

A causa della difficile contingenza legata all’emergenza pandemica, l’attività promozionale 2020 di ICE-Agenzia ha subito un comprensibile rallentamento che ha comportato una conseguente ricalendarizzazione delle principali iniziative previste. Per aggiornamenti in tempo reale in merito all’attività promozionale di ICE-Agenzia, invitiamo a consultare la seguente pagina del nostro sito Internet https://www.ice.it/it/eventi

CONTATTI

Alessandro Greco – Federica Galli
Tel. 06.5992.6836/06.5992.9234
E-mail: calzature.pelletteria@ice.it
PEC: calzature.pelletteria@cert.ice.it