FAQ

Cos’è la blockchain?

Uno strumento informatico costituito da una catena a blocchi nei quali si possono registrare, con una notarizzazione, dati che testimoniano la provenienza delle materie prime e i processi di produzione/distribuzione. Una volta inseriti i dati non sono più modificabili. Potremmo quindi definirla come una sorta di “notaio virtuale”.


In che modo la blockchain può aiutarmi ad esportare di più?

La registrazione in blockchain della provenienza delle materie prime e dei passaggi di produzione/distribuzione costituisce un vantaggio competitivo: i dati sulla provenienza del prodotto sono immodificabili ed ogni nuovo inserimento resta tracciato. Questo scoraggia dallo scrivere informazioni non vere, favorendo chi produce realmente beni di qualità.


ICE coprirà tutte le spese?

ICE pagherà tutte le spese per 18 mesi, per un servizio standard, inclusi i costi di notarizzazione e manutenzione. Se l’azienda riterrà di scegliere servizi aggiuntivi, oltre a quelli standard, compresi nel finanziamento di ICE, questi saranno a carico delle aziende.


Dovrò cambiare il mio modo di lavorare e assumere nuovo personale?

Il progetto dell'Agenzia ICE è stato strutturato per non indurre cambiamenti nell’organizzazione dei processi produttivi delle singole aziende. L’introduzione dell’utilizzo della blockchain per tracciare la filiera produttiva è finalizzata a favorire l’azienda nel raggiungimento dei suoi obiettivi di business. Non impatta sulle procedure consolidate né costringe a impiegare risorse in nuove funzioni.


Dovrò comprare nuove attrezzature informatiche?

Il progetto è stato strutturato per essere il più semplice possibile. Tuttavia, trattandosi di un progetto che richiede l’utilizzo di Internet, almeno per un minimo spazio temporale, sarà necessario un accesso ad Internet, in qualsiasi modalità, anche tramite smartphone.


Quali sono i costi di mantenimento del servizio dopo i 18 mesi offerti dall'Agenzia ICE?

L'Agenzia ICE ha vincolato i partner tecnologici a comunicare i costi di mantenimento del servizio standard, dopo i 18 mesi offerti da ICE, già in fase di avvio.


Dovrò fare corsi di formazione?

L'Agenzia ICE ha previsto:

  • 2-3 incontri di formazione per i responsabili aziendali a cura del Team blockchain dell'Agenzia.
  • un programma di formazione per il personale tecnico delle aziende, a cura del partner tecnologico.

In che tempi sarà operativo il servizio di tracciamento con tecnologia blockchain?

Il servizio di tracciamento blockchain sarà utilizzabile dalle aziende entro 80 giorni dall'avvio dei lavori con i service provider.


Come scelgo la giusta tipologia di blockchain e il partner tecnologico?

Il team blockchain affiancherà le aziende ammesse al progetto, individuando le specifiche esigenze e le singole necessità di ogni azienda. L'affiancamento avverrà sia in fase di scelta del partner tecnologico che durante la fase di implementazione del servizio.

L'Agenzia ICE organizzerà degli incontri di matching tra aziende fruitrici e partner tecnologici, al fine di facilitare l'avvio del rapporto di collaborazione.


Posso partecipare se non esporto?

No, possono accedere al progetto le aziende che hanno registrato, negli ultimi 3 anni, un fatturato medio in mercati internazionali pari almeno al 20% del fatturato totale.


Possono partecipare più aziende della stessa filiera?

Sì, ciascuna azienda può aderire all'iniziativa se rispetta i requisiti minimi. Il servizio prevede che i dati inseriti da ogni azienda della stessa filiera si "ricongiungano" nel momento in cui il consumatore scannerizza il QR Code del prodotto finale.


La tracciabilità deve coinvolgere necessariamente tutti gli attori di una filiera?

Può aderire anche una sola azienda per filiera. Tuttavia è raccomandabile coinvolgere quanti più attori possibili di una filiera lunga, per massimizzare i benefici in termini di trasparenza verso i consumatori.


Chi decide quali passaggi produttivi devono essere inseriti in blockchain?

L’azienda, secondo le proprie necessità e la propria strategia commerciale, potrà decidere quali passaggi inserire in blockchain, attenendosi alle fasi e alla tipologia di filiera dei propri prodotti.


Sono esposto ai rischi di speculazione delle criptovalute?

No. Nessun rischio di speculazione poiché i costi delle transazioni, entro un determinato numero annuo, saranno interamente a carico dei partner tecnologici.


Può partecipare un’impresa sociale?

Possono partecipare tutte le iniziative con sfondo sociale, purché rispettino i requisiti generali più i seguenti requisiti speciali:

  • Imprese sociali, di cui all’art. 1 del d.lgs. 112/2017 - provvedimento che dal 20 luglio 2017 ha abrogato il previgente d.lgs. 155/2006
  • Iscritte nella sezione speciale delle imprese sociali del Registro delle imprese, purché costituite in forma di società (di persone o di capitali)
  • Cooperative sociali, di cui alla legge 381/1991 e relativi consorzi, iscritte nella categoria «cooperative sociali» dell’Albo nazionale delle società cooperative del Mise, dal 20 luglio 2017 le cooperative sociali hanno acquisito la qualifica di imprese sociali (art. 1, comma 4, del d.lgs. 112/2017)
  • Società cooperative con qualifica di ONLUS,di cui al d.lgs. 460/1997, iscritte nell’Albo nazionale delle società cooperative del Ministero dello sviluppo economico e nell’Anagrafe unica delle ONLUS, presso il Ministero dell’economia e delle finanze che alla data di presentazione della domanda:
    • sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese e inserite negli elenchi, albi, anagrafi previsti dalla rispettiva normativa di riferimento;
    • sono in regime di contabilità ordinaria;
    • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
    • hanno sede legale e operativa ubicata nel territorio nazionale;
    • sono in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente e sono in regola con gli obblighi contributivi.