05/11/2021    -    10/11/2021

Cina

COLLETTIVA ITALIANA GIOIELLERIA AL CIIE SHANGHAI

Partecipazione collettiva a fiere


In attesa della finalizzazione della procedura di autorizzazione al finanziamento, l'ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane comunica che intende organizzare, in collaborazione con Confindustria Federorafi - Federazione Nazionale Orafi Argentieri Gioiellieri Fabbricanti, la partecipazione collettiva di aziende nazionali orafo-gioielliere alla quarta edizione della "China International Import Expo - CIIE", manifestazione in Cina voluta dal Presidente Xi e dedicata esclusivamente all’importazione di prodotti e servizi esteri, prevista in svolgimento presso il National Exhibition and Convention Center (NECC) di Shanghai dal 5 al 10 novembre 2021.


Le autorità cinesi stanno investendo molto sull'organizzazione di questa edizione come forte segnale di ripresa delle attività e dei consumi in Cina dopo il periodo caratterizzato dalla crisi pandemica.
Obiettivo dell’iniziativa, promossa dal Ministero del Commercio cinese (MOFCOM) e dalla Municipalità di Shanghai, è quello di fornire nuove occasioni di affari a Paesi e regioni di tutto il mondo, rafforzare la cooperazione e promuovere lo sviluppo dell’economia globale.

Si informano le aziende eventualmente interessate che l'Agenzia ICE organizzerà anche un Punto Italia alla manifestazione China International Jewellery Fair, che si svolgerà a Pechino dal 18 al 22 novembre 2021.

Perchè partecipare

La gioielleria italiana al CIIE 2021 rappresenterà la conferma dell'importante partecipazione del settore del prezioso Made in Italy in Cina continentale.
La collettiva sarà organizzata all’interno del padiglione Quality Life/Luxury del CIIE che ospita un’area dedicata espressamente alla “Jewellery”. Nelle tre precedenti edizioni, ai partecipanti è stato possibile effettuare un test di posizionamento prezzo/prodotto
rispetto al consumatore cinese.

Dalla metà del 2018 il Governo cinese ha abbattuto i dazi all'importazione della gioielleria portandoli dal 20/30% agli attuali 8/10% e rendendo in questo modo molto più competitiva l’importazione diretta della gioielleria nella Cina continentale anche rispetto alle altre aree limitrofe.

Il mercato cinese ha una grande tradizione nella gioielleria in oro 24 Kt (oro puro). In questi ultimi decenni, e con l’entrata sul mercato dei grandi marchi internazionali, il consumatore cinese ha iniziato a considerare e a comprare la gioielleria in oro 18 Kt, sia solo metallo prezioso che metallo prezioso con pietre, associando il 18 Kt alla gioielleria internazionale e quindi anche a quella italiana. La gioielleria in oro rappresenta il 58% del fatturato commerciale della Cina continentale (questo include le vendite di 24 Kt). Tra i metalli preziosi più diffusi, si segnala che la Cina è il maggiore mercato di consumo per la gioielleria in platino, dominata da prodotti non di marchio, per circa l’80%.

In particolare, il crescente focus sui consumi e sull’eleganza personale quale forma di auto-espressione diffuso fra i millennials sta generando una forte influenza sulla domanda. La classe demografica dei millennials (ma anche quella precedente sui 40-55 anni) sta mostrando un forte e crescente interesse nella gioielleria “di design” o più fashion, che incorpora un’identità estetica e creativa come per esempio la gioielleria in oro e altri metalli preziosi incastonata con diamanti, pietre di colore, madreperla e collane di perle.
Le tipologie di pietre maggiormente apprezzate in Cina sono diamanti, rubini, zaffiri, smeraldi, giada, perle, ambra, acquamarina e topazio. La Cina è anche tra i paesi leader mondiali negli acquisti di gioielli con diamanti. La gioielleria in diamanti è più popolare tra i consumatori cinesi più giovani. Da notare l’importanza del colore rosso (segno di fortuna) e quindi la grande attenzione al rubino e alla tormalina rossa (rubellite). I Cinesi amano molto il corallo, ma ci sono difficoltà a importare il corallo in Cina. Lo smeraldo (verde come la giada cinese) è molto amato e apprezzato. E’ molto considerato il cameo italiano.
Tra le tendenze del mercato cinese della gioielleria, si evidenzia poi quella della gioielleria per pezzi unici.
Si ricorda che l’uomo cinese ama i gioielli, li compra e li indossa: catene, bracciali, anello con pietre, gemelli, così come la donna cinese indossa facilmente le spille, ama i pendenti, orecchini, bracciali (particolarmente i bangle), anelli e compra gioielli per uso personale volentieri.
Va altresì ricordato che il consumatore cinese si informa molto online e ha l’abitudine di negoziare, soprattutto per un oggetto simile alla produzione locale.

Informazioni utili

Rif. 946-2021


Contatti

ICE Agenzia
ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane

UFFICIO BENI DI CONSUMO
Dirigente: MARIA MADDALENA DEL GROSSO
Riferimento evento: ELIANA ZAPPALA' - GIORGIO ISABELLA -ANDREA CATALDI
Telefono: 06 59926070/6172/9223
Email: gioielleria@ice.it
Pec: prodotti.persona@cert.ice.it


SHANGHAI
ITALIAN TRADE COMMISSION
ROOM 1902-1903 - THE CENTER - 989, CHANG LE ROAD
Direttore: AUGUSTO DI GIACINTO
Telefono: 008621 62488600
Fax: 008621 62482169
Email: shanghai@ice.it