Eventi in scadenza

Non sono previsti eventi a breve in questo paese.
Visualizza tutti gli altri eventi.

Agenda

News

22 Settembre 2020
Croazia

CROATIA: EU FUNDS MINISTER TRAMISAK SAYS CROATIA AT “VERY TOP OF EU” IN TERMS OF Contracted Funds

Regional Development and European Union (EU) Funds Minister Natasa Tramisak presented a reporter ...

22 Settembre 2020
Croazia

CROATIA: SWEDISH STILLFRONT GROUP ACQUIRES CROATIAN GAMING SOFTWARE COMPANY NANOBIT FOR USD 148 MILLION

In a transaction valued at some USD 148 million, the Swedish mobile game producer Stillfront Grou...

22 Settembre 2020
Croazia

CROATIA: S&P REAFFIRMS CROATIA’S BBB- CREDIT RATING WITH A ‘STABLE’ OUTLOOK

The Standard & Poor’s (S&P) credit ratings agency on Friday,  the 18th September,&nb...

I nostri uffici

Emergenza Covid 19 Croazia - aggiornamento 13/8/2020
Applicazione ordinanza per rientri da Croazia (Grecia, Malta, Spagna)
Il Ministro della Salute della Repubblica italiana ha adottato nella serata del 12 agosto una ordinanza, che produce effetti dal 13 agosto, il cui articolo 1 (Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria) prevede che:
  1. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, alle persone che intendono fare ingresso nel territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, ferme restando le disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 agosto 2020, si applicano le seguenti misure di prevenzione, alternative tra loro: a) obbligo di presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo; b) obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento; in attesa di sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.
  2. Le persone di cui al comma 1, anche se asintomatiche, sono obbligate a comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.
  3. In caso di insorgenza di sintomi COVID-19, resta fermo l’obbligo per chiunque di segnalare tale situazione con tempestività all’Autorità sanitaria per il tramite dei numeri telefonici appositamente dedicati e di sottoporsi, nelle more delle conseguenti determinazioni dell’Autorità sanitaria, ad isolamento.
Per informazioni ulteriori sulle disposizioni previste per il rientro dall’estero di cittadini italiani e per l’ingresso in Italia di cittadini stranieri e le relative eccezioni, consultare il sito del MAECI 
(https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html).
Si segnala che sono esentate dall’obbligo di effettuare il tampone/test le sottoelencate categorie di persone:
- lavoratori transfrontalieri
- autotrasportatori
- cittadini UE che transitano in Italia e diretti in Paesi terzi