COSTRUZIONI

CONTATTI

E-mail: costruzioni@ice.it
PEC: edilizia@cert.ice.it


Le iniziative che caratterizzano il settore dell’edilizia/costruzioni sono concentrate sulla promozione del settore lapideo, dell'industria della ceramica e dell’ involucro edilizio.

INIZIATIVE 2024 

INIZIATIVE 2025

SETTORE LAPIDEO

Le iniziative promozionali dedicate prevalentemente al settore lapideo sono organizzate in collaborazione con Confindustria Marmomacchine.

I dati relativi ai primi sei mesi del 2023 mostrano una sostanziale tenuta delle esportazioni italiane di marmi, travertini, graniti e pietre naturali in genere, che si sono
confermate poco al di sotto (-2,6%) dei valori di gennaio-giugno dello scorso anno, toccando i 1.010 mln di euro. Si segnala che nell'intero 2022 le vendite complessive della nostra industria lapidea - comprendendo sia i grezzi che i lavorati - erano cresciute del 13,1% su base annua, raggiungendo il massimo storico di 2.131,8 mln.

È importante inoltre sottolineare che il prezzo medio dei prodotti lapidei italiani esportati nel 1° semestre di quest'anno ha raggiunto i 962,26 euro/tonnellata, in aumento dell'11,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Da un'analisi disaggregata dei dati emerge come alla lieve flessione del nostro export di materiali nella prima parte del 2023 abbia contribuito principalmente il segmento dei lavorati e semilavorati - quelli a più alto valore aggiunto, che rappresentano oltre l'80% del nostro fatturato estero -, che hanno fatto segnare una diminuzione del 3%, assestandosi a 820,4 mln. Sostanzialmente stabili invece le vendite di grezzi, che hanno raggiunto i 189,6 mln (-0,6%).

A trainare le esportazioni dei blocchi sono stati principalmente gli acquisti dalla Cina - 1° mercato per i grezzi italiani -, pari a 91,3 mln, e dall'India (2° buyer con 24,3 mln). Per quanto riguarda invece le lastre e i prodotti lavorati, la classifica dei principali mercati di destinazione vede primeggiare sempre gli Stati Uniti con 227,6 mln di import, valore pari a più di un quarto del totale del nostro export. Segue al 2° posto la Germania con 74,2 mln e al 3° si conferma la Francia con 56,1 mln.

Buone indicazioni arrivano dal mercato svizzero (4° buyer a 51,6 mln) e soprattutto dagli Emirati Arabi Uniti (5°), i cui acquisti di lavorati italiani hanno raggiunto i 32,5 mln. Stabili le vendite verso il Regno Unito (6° a 28,8 mln), mentre arretrano quelle in Arabia Saudita (7° a 27 mln) e in Austria (8° a 22,1 mln). Si confermano infine in crescita due importanti mercati extra Ue come Marocco (9° a 19 mln) e Australia (10° a 18,3 mln).

SETTORE CERAMICA

Le iniziative promozionali dedicate prevalentemente al settore dei rivestimenti ceramici sono organizzate in collaborazione con Confindustria Ceramica.

Il preconsuntivo relativo al primo trimestre 2023 dell’industria italiana delle piastrelle di ceramica mostra un significativo decremento del -22,3% in quantità e del -14,4% in valore rispetto al primo semestre 2022, con un prezzo medio in aumento del +10,1%.

Vendite export: Nel primo semestre 2023 le vendite oltreconfine sono diminuite del -24,5% in quantità e -16,1% in valore rispetto all’anno scorso, rappresentando il 78% delle vendite totali. In valore assoluto il fatturato derivante da esportazioni si è attestato su 2,76 miliardi di € (82% del totale), con un prezzo medio in aumento del +11,1%.

L’Unione Europea. Le vendite nell’Unione Europea (Italia esclusa), pari a circa il 60% delle vendite oltreconfine, sono in flessione in volume (-26,6%) e in valore (-18,6%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Dinamiche negative per le vendite in Germania, dove si è assistito ad un calo del -35,7% in quantità e del -28,8% in valore, e per le esportazioni verso la Francia, che registrano un -18,1% in quantità e -8,9% in valore.

In significativa contrazione, sia in quantità che valore, le vendite in tutti gli altri paesi UE, tra cui Austria (-35%), Belgio (-34%) e Paesi Bassi (-28%).

I mercati extracomunitari. Le esportazioni verso gli altri paesi europei extra Ue presentano una dinamica negativa rispetto all’anno precedente. In particolare, nel primo semestre 2023 le vendite nel Regno Unito segnano un calo (-27% in quantità e -23% in valore), le vendite in Russia registrano un incremento del +3% in quantità e +8% in valore, mentre in Svizzera l’export decrementa del -22% in quantità e -13% in valore.

In contrazione anche le vendite negli Stati Uniti, dove le esportazioni italiane nel primo semestre 2023 hanno registrato un -23% in quantità e un -16% in valore.

In calo i volumi di vendita verso l’Asia (-18%), con l’aggregato Golfo che registra un -19% in quantità a fronte di un fatturato in calo del -4%. In flessione anche le esportazioni verso Australia e Oceania (-23%) e Africa (-21%).

Vendite Italia Le vendite in Italia nel primo semestre 2023 registrano una contrazione in quantità (-13,6%) e in valore (-5,8%) rispetto al primo semestre 2022, con un prezzo medio in aumento del +8,9%.

SETTORE INVOLUCRO EDILIZIO

Le iniziative promozionali dedicate prevalentemente al settore dei componenti tecnici dell'involucro edilizio e dei materiali per le costruzioni, sono organizzate in collaborazione con la federazione FINCO (Federazione Industrie, Prodotti, Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni) che ha messo in essere il Progetto Caseitaly con le associazioni ACMI, ANFIT, ASSITES e PILE.

Con il supporto di Istat, Finco ha recentemente rilevato i dati relativi alle esportazioni del settore involucro edilizio nel suo complesso e delle attività connesse (serramenti in alluminio, legno, misti e pvc, coperture, lattoneria edile metallica, elementi in lamiera, pluviali e grondaie, dispositivi anti caduta, facciate continue e ventilate, sistemi costruttivi industrializzati e prefabbricati, protezioni solari e automazioni, sistemi frangisole integrati in facciata, sistemi e componenti per la protezione esterna e per l’oscuramento, tende tecniche, tapparelle, sistemi antincendio, scudi solari, sistemi zenitali, porte e cancelli, portoni basculanti, scossaline, sistemi di sollevamento, carpenteria metallica, maniglieria e sistemi ancillari per la posa in opera nonché sistemi per i lavori in quota).

I dati riportati di seguito registrano un incremento del 28,33% nell'ultimo quinquennio (dal 2019 al 2023). Fonte: Istat, Finco. 

Dati Export

 

    INIZIATIVE 2023 (secondo semestre)